Bürgerspital Solothurn, Solothurn

Schöngrünstr. 42
    CH-4500 Solothurn
+41 32 6273121
infobss_so@spital.ktso.ch

Il primo ospedale con certificato Minergie-Eco

L’ospedale di Soletta è il primo edificio in Svizzera certificato secondo lo standard Minergie-Eco. L’etichetta integra elevate esigenze energetiche con costruzioni e funzionamenti ecologici. La componente fissa dell’automazione per l’efficienza energetica sono i rilevatori di presenza Luxomat KNX di B.E.G.

Il nuovo ospedale di Soletta è stato realizzato con una spesa complessiva di 340 milioni di franchi. L’area edificata disponibile è di 62 800 m2 e deve essere gestita in modo efficiente dal punto di vista energetico. In questo contesto è fondamentale la regolazione automatica della luce, poiché per soddisfare i requisiti Minergie-Eco occorre una certificazione energetica per l’illuminazione.

L’ospedale è dotato di un sistema di gestione degli edifici al quale è collegata la regolazione delle luci tramite KNX. Il partner responsabile della regolazione delle luci è stato scelta in precedenza, poiché il servizio tecnico dell’ospedale si affida ormai da anni ai segnalatori di presenza e di movimento B.E.G. e alla consulenza degli specialisti di Swisslux SA. Già dal 2015, Swisslux SA è affiancata dalla società Gode AG, incaricata della progettazione elettrica. 

Yannick Muhmenthaler, responsabile del servizio tecnico dell’ospedale, dichiara: «Nei nostri ospedali è stato installato il primo impianto KNX di grandi dimensioni. Finora avevamo realizzato solo piccole applicazioni. La possibilità di risparmiare energia e la flessibilità degli impianti KNX ci hanno subito convinto». 

Dalle misurazioni eseguite in ospedale è emerso che il maggior consumo di energia per l’illuminazione è riconducibile alle luci installate nelle zone di passaggio (vani scala, corridoi, ecc.). Per questo si è puntato alla progettazione dell’illuminazione automatica. Nel nuovo ospedale, i rilevatori di presenza KNX garantiscono un’illuminazione adatta alle esigenze.

I corridoi sono dotati di rilevatori di presenza PD2 MAX KNX, con zona di rilevamento fino a 24 metri. In questo modo è possibile coprire grandi superfici con pochi rilevatori e a un costo contenuto. Nei vani scala di ogni piano sono stati installati i rilevatori di presenza da parete PD2 180 KNX. «I rilevatori da parete vengono semplicemente installati nella gamma d’interruttori EDIZIOdue di Feller e integrati perfettamente nella loro struttura», spiega Stefan Kull di Swisslux.

Nelle zone di passaggio la luce non viene mai spenta per motivi di sicurezza, anche se di notte viene poco utilizzata. Tuttavia, per consumare solo l’energia strettamente necessaria, l’intensità della luce d’orientamento viene ridotta durante la notte del 30%, quando non viene rilevato alcun movimento. Ciò garantisce la dovuta sicurezza nelle aree di passaggio e un consumo energetico minimo.

I vani scala e i corridoi funzionano in modalità automatica, ovvero le luce si attiva quando viene rilevato un movimento. Anche i locali secondari dotati di rilevatori di presenza PD2 360 KNX sono programmati in modalità automatica.

La luce è fondamentale anche nelle sale di cura e negli uffici dell’ospedale. La stessa architettura è studiata per garantire la luce in tutti i locali: ci sono molti cortili a lucernaio, abbastanza ampi da far entrare la luce del sole, e decorati in modo creativo con opere d’arte. Le sale di cura e gli uffici dono dotati di grandi finestre e le luci si accendono mediante i rilevatori di presenza PD2 MAX KNX di B.E.G. 

Odoo CMS – Beispielbild variabel

Secondo Stefan Kull di Swisslux: «I rilevatori di presenza nelle sale di cura e negli uffici funzionano in modalità semiautomatica. Ciò significa che la regolazione delle luci viene attivata tramite un interruttore». Da quel momento in poi le luci vengono regolate dal rilevatore di presenza. Se non vengono rilevati movimenti, le luci del locale si spengono automaticamente. 

Con KNX, il sistema di regolazione delle luci può essere ampliato o modificato in qualsiasi momento. Tramite il bus è possibile integrare facilmente nuovi componenti. In caso di riconversione dei locali, i rilevatori di presenza KNX possono essere riprogrammati con facilità tramite il software di programmazione ETS e adattati alle nuove esigenze. La flessibilità è uno dei motivi che hanno determinato la scelta di questo sistema.

Muhmenthaler, responsabile del servizio tecnico: «Swisslux SA è sempre stata un partner competente per la programmazione e la realizzazione dei nostri progetti. Con le sue conoscenze specialistiche ci ha aiutato a raggiungere gli standard Minergie-Eco. E poi, grazie ai rilevatori KNX, nei nostri ospedali abbiamo un sistema flessibile a lungo termine».