Rhätische Bahn AG, Landquart, (132263)

Rhätische Bahn AG, Landquart, (132263)
RhB Strasse 1
I-EA Nsp.- Technik, Telecom
CH-7302 Landquart
+41 81 288 23 40

Prossima fermata: risparmio energetico

La Ferrovia retica (FR) gestisce una rete ferroviaria con circa 100 stazioni nel Cantone dei Grigioni. Il suo nuovo centro infrastrutturale di Landquart, destinato ai vari servizi specializzati, è uno dei più grandi edifici della FR. La regolazione della luce nell’edificio è stata realizzata con i rilevatori di presenza KNX di B.E.G Luxomat.

Nel nuovo edificio di 1.000 mq sorgono, oltre alle postazioni di lavoro, i magazzini e i guardaroba, anche nuove sale riunioni e uffici open space per 75 collaboratori. Grazie al lavoro a turni, nella maggior parte dell’edificio si lavora 24 ore su 24. I collaboratori necessitano quindi di un’illuminazione sempre adeguata per svolgere il proprio lavoro. Tuttavia, poiché le postazioni di lavoro non sono sempre tutte occupate, l’illuminazione automatica diventa cruciale per la gestione dell’edificio in termini di efficienza energetica.

"Da molti anni diamo grande importanza ai sistemi d’illuminazione automatici, poiché grazie a una regolazione basata sulle presenze possiamo ottenere un grande potenziale di risparmio", afferma Christian Broger, responsabile del progetto Ingegneria a bassa tensione della FR. Da molti anni ormai la FR collabora con Swisslux SA. I rilevatori di presenza e di movimento B.E.G. di Luxomat hanno convinto i clienti grazie alla varietà dei prodotti offerti e alle loro impostazioni personalizzabili.

Di conseguenza, anche il nuovo centro infrastrutturale è stato dotato di sensori KNX di B.E.G. L’edificio ha comportato alcune sfide: per esempio il piano terra è percorribile con veicoli ferroviari e di conseguenza il soffitto del padiglione ha un’altezza di 7 metri che rende più difficile la misurazione della luminosità per la regolazione automatica della luce. Swisslux ha proposto come soluzione uno speciale rilevatore di presenza, progettato per essere utilizzato a grandi altezze. "Il PD2 S MAX KNX GH è dotato non solo di una zona di rilevamento estremamente ampia (fino a 44 m), ma anche di un fotosensore telescopico, che consente di misurare la luce in modo affidabile fino a un’altezza di montaggio di 16 metri", spiega Stefan Kull di Swisslux.

Al piano terra e nel mezzanino, accanto al padiglione, si trovano le nuove officine per i servizi specializzati. Per garantire ai collaboratori una luce sempre adeguata, le strisce luminose sono dotate di rilevatori di presenza PD9 S 360 KNX. Con un sensore di appena 36 mm, il rilevatore si inserisce nelle lampade senza farsi notare. Ottimale anche la combinazione con sistemi di strisce luminose, come per es. "Turbo" di Tulux e "Traq" di Regent: i rilevatori vengono inseriti nella parte di binario sprovvista di LED. Il sensore può essere inserito facilmente grazie a una molla per fissaggio, coprendo completamente il foro. Nonostante le dimensioni ridotte della lente, il rilevatore copre una zona di rilevamento fino a 10 metri. In tutte le strisce luminose viene inserito un rilevatore di presenza discreto, che garantisce una regolazione della luce efficiente sotto il profilo energetico in tutti gli uffici, le sale riunioni, le officine e i magazzini. Nella regolazione automatica della luce si tiene conto anche della luce diurna: i rilevatori attivano l’illuminazione dopo aver rilevato un movimento, solo se la luminosità scende sotto il valore soglia preimpostato. Se ciò accade, i rilevatori aumentano la luminosità delle luci. In questo modo si consuma solo la quantità di energia effettivamente necessaria.

Il massimo potenziale di risparmio può essere raggiunto nelle vie di transito, pertanto i vani scala, i corridoi e i servizi igienici sono dotati di rilevatori di presenza PD2 S 360 KNX. Per garantire la sicurezza nell’edificio anche di notte, si utilizza la funzione luce d’orientamento per illuminare le vie di transito. Con questa funzione, l’intensità dell’illuminazione viene ridotta del 10% in assenza di movimento, pertanto i collaboratori non dovranno mai percorrere delle zone totalmente al buio. Quando viene rilevato un movimento, la luce ritorna al suo valore standard.  

La FR punta alla regolazione automatica della luce tramite i sensori di movimento presenza non soltanto nei propri edifici, ma anche nelle strutture esterne. L’illuminazione dei binari delle stazioni è ora automatica grazie all’impiego di rilevatori di presenza KNX: in assenza di persone la luce si abbassa al valore soglia di circa 5 Lux. Quando i rilevatori posti sui piloni della banchina rilevano un movimento, la luce torna al valore preimpostato. Christian Broger, della FR: "Negli ultimi anni questo sistema d’illuminazione è stato impiegato gradualmente in circa la metà delle nostre stazioni e in altre strutture esterne, come le zone di manovra". In questo modo è stato possibile non solo risparmiare energia e denaro, ma anche tenere conto delle esigenze dei residenti, che vogliono ridurre al minimo l’inquinamento luminoso.